Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   2 minuti di lettura

Barcellona è una delle mete più visitate dagli italiani ogni anno, estate o inverno che sia. La città del modernismo di Gaudí ha tanto da offrire, ma se l’hai già percorsa da cima a fondo puoi sempre fare una gita “fuori porta”. Per passare dunque un’incantevole giornata, consigliamo un’escursione al Montserrat.

source: The Brit_2/flickr
source: The Brit_2/flickr

Questo monte è uno dei più famosi di Barcellona, e prende il nome dalla sua forma frastagliata, Montserrat significa difatti monte seghettato. Una volta raggiunta la vetta potrete ammirare il paesaggio sottostante, ma non solo. C’è difatti molto da vedere, dal museo, al monastero, all’Espai Audiovisual, tutto dedicato all’apparizione della Madonna.

  • montserrat monasteroMuseo di Montserrat: ospita le opere di vari artisti, quali Monet, Chagall, Sisley, Miró, Dalí, Picasso, Degas.
  • Monastero di Santa Maria di Montserrat: nota meta di pellegrinaggio, è dedicato al culto della Moreneta, la Madonna nera. La leggenda vuole che nell’anno 880 dei pastori sentirono una musica nell’aria, e alzando gli occhi al cielo, videro una luce. L’episodio si ripetè per altri quattro sabati, questa volta in presenza del rettore di Olesa. Il vescovo, venuto a sapere della notizia, organizzò una spedizione durante la quale si trovò la statua della Moreneta, la Madonna Nera, e fece costruire una cappella, ovvero l’attuale monastero.
    Il Monastero è diviso in due parti, una per i monaci e l’altra, con ristoranti e negozi, per accogliere i turisti.
  • Espai Audiovisual: uno spazio dove si riproducono delle registrazioni audiovisive sulla vita dei monaci, le loro abitudini e una passeggiata virtuale per gli spazi del monastero.

Ad ogni modo, questo monte non è solo meta di pellegrinaggi. Ogni anno più di 3 milioni di turisti esplorano le belle vette del Montserrat, attratti dal paesaggio, la vista sulla città e uno spazio tranquillo a stretto contatto con la natura.

Per raggiungerlo si può prendere l’autobus o il treno (da Plaça d’Espanya), ma quest’ultimo è più economico. Decisamente da provare è il percorso in funivia. Quando il treno arriva alla cremallera c’è l’opzione di salire fino alla cima della montagna sorvolando il paesaggio.

Una gita fuori porta a Montserrat vale davvero la pena, ci si rende conto delle meraviglie che la regione catalana può offrire oltre alla famosa e turistica destinazione di Barcellona.

Autore dell’articolo:

christian ricci

footer logo
Fatto con per te