Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   4 minuti di lettura

San Fermín è una delle tradizioni europee più divertenti e che attira migliaia di turisti, un’esperienza che va vissuta almeno una volta nella vita. Ma ne conoscete le regole? Ecco i nostri consigli per sopravvivere a questa festa.

“Las Fiestas” di San Fermín

Le “Fiestas” vengono celebrate ogni anno da 6 al 14 di luglio nella città di Pamplona (in Navarra, nel nord della Spagna) il cui nome in lingua regionale è “Irunea”. San Fermín non è nota solamente tra gli spagnoli ma è diventata pressoché internazionale e mondialmente famosa per la corsa dei tori e per le attività che si celebrano attorno a questo evento.

Durante questi giorni la città si riempie di persone che devono essere rigorosamente vestite di bianco e rosso. Musica, la corsa dei tori, competizioni sportive e ovviamente festeggiametni di ogni sorta fanno parte dell’essenza di questa festività e la rendono una delle nostre preferite.

10. Non perderti la celebrazione di apertura delle Fiestas

La cerimonia di apertura, nota anche come il “Chupinazo” si svolve a mezzogiorno del primo giorno. Centinaia di persone si riuniscono nella piazza del Comune e iniziano a stappare champagne e a versare litri di sangria nel tentativo di berlo in mezzo alla calca. Il nostro consiglio: se siete magri e/o bassi evitate di entrare da soli in questo luogo così affollato. Ogni anno decine di persone svengono durante questo momento della festa. Se state viaggiando da soli e non volete perdervi questa esperienza potete provare a unirvi a un gruppo di persone alte e chiedere loro di poter stare al centro.

San Fermin Friends

Aspettate che il sindaco di Pamplona dia la benedizione alla festa e accogliete questo momento sventolando il vostro fazzoletto rosso o “Pañuelo”. Subito dopo questo rito verrà sparato in aria un petardo per dare il via alle celebrazioni di San Fermín. Pronto per la festa? Andiamo!

9. Mangia e bevi per le strade della città

Cercate di evitare di mangiare nella Plaza del Castillo perchè è particolarmente costosa e il cibo non sarà buono come in altre zone della città. Durante questa festa incontrerete centinaia di persone bevendo Sangria, birra o vino e mangiando panini farciti da salumi o carni locali.

Il drink che bisogna assolutamente assaggiare durante questa festività è il Kalimotxo, composto da vino rosso e coca cola. Potete comprare queste due bibite in un supermercato e farlo da voi.

food in san fermin

8. Ladruncoli

Visto che è una delle più grandi feste del paese è anche molto affollata ed è quindi famosa per i ladruncoli che si aggirano nella calca. Evitate di indossare orologi costosi e gioielli. Se potete lasciate a casa documenti e portafoglio e comprate una cintura speciale dove conservare i soldi necessari per trascorrere le giornate nella festa.

7. Niente fotocamere né video

Anche se pensate che avrete tempo per scattare fotografie vi possiamo garantire che non ne avrete. Perlomeno non mentre sarete in città e nel mezzo delle celebrazioni. E se la fotocamera non si bagna (di Sangria, molto probabilmente) o viene smarrita nella calca, la polizia locale potrebbe decidere di sequestrarla durante la corsa dei tori.

6. Non correte ubriachi e assicuratevi di essere in forma

Non c’è bisogno di spiegarvi perché ci teniamo a darvi questo consiglio. Inoltre, la polizia non permette di correre a chi è visibilmente ubriaco o se indossa cappello o travestimenti. Quindi, per favore, lasciate a casa il vostro costume da banana gigante. La corsa dei tori non è indicata nemmeno a chi ha problemi di cuore e chi non è sicuro di riuscire a reggere il mix di adrenalina e paura che si fa sentire al momento di iniziare a correre. Se non vi sentite perfettamente in forma prima della corsa non rischiate inutilmente, e limitatevi ad osservarla da dietro le transenne.

costume

6. Arrivate presto se volete correre con i tori

La corsa inizia alle 8 del mattino quindi dovete arrivare piuttosto prima. Migliaia di persone vorranno correre o almeno provarci e quindi non è mai troppo presto per arrivare. Noi vi consigliamo di arrivare alle 6.30 per prendere un buon posto.

5. Scegliete con accortezza dove posizionarvi

La corsa è lunga 825 metri e si divide in due parti: la prima comprende il percorso dalla gabbia dei tori fino a Calle Estefeta e la seconda dalla via Estefeta fino alla Plaza de Toros, luogo dove i tori restano fino all’ora della “corrida”, nel pomeriggio. La seconda parte è considerata la migliore ma anche la più pericolosa e dove accadono la maggior parte degli incidenti.

Se scegliete la seconda parte ricordate di prestare moltissima attenzione a quando arriverete di fronte all’arena perchè lo spazio si rimpicciolisce e la folla diventa sempre più densa. State molto attenti anche ai tori più giovani, sono molto più scatenati degli adulti!

Consiglio importante: Cercate di evitare di sostate o passare per l’angolo di Calle Estefeta quando i tori entrano nella seconda parte del percorso perchè in questa curva a gomito molte persone cadono e gli stessi tori scivolano.

4. Non toccate i tori e restate a terra se cadete

Gli uomini vestiti di verde e con scritto “Pastores” sulla loro schiena sono dei pastori di tori abituati ad avere a che fare con questi animali. Hanno dei lunghi bastoni che useranno per colpirvi se non rispettate i loro animali.

E se per caso cadete mentre correte davanti ai tori ricordate di restare a terra e di coprirvi la testa con le mani. Rialzatevi solamente quando tori e persone saranno passati.

3. Non abbassate la guardia

State all’erta… anche come spettatori! Restano ai margini della corsa non sarete comunque immuni dai pericoli nonostante le transenne. A volte qualche toro decide di saltare sugli spettatori e conviene tenerlo in considerazione.

2. Festa del Sol

Nel pomeriggio ha luogo la “corrida” con i torni che la mattina sono entrati nell’arena. Una zona dell’edificio si chiama “Sol” ed è qui che troverete i posti meno cari e più divertenti. Le “Peñas” (gruppi comunali) si siedono di solito in questa zona e spruzzando chiunque di sangria mentre suonano tamburi e cantano durante le 2 ore in cui ha luogo lo spettacolo.San Fermin Arena Sol

Se volete assistere alla corrida in pace acquistate i biglietti per la zona “Sombra” e sarete lontani dagli esagitati spettatori della zona Sol.

1. Feste nelle aree di campeggio

Non esistono solo feste per le strade della città o nell’arena dove si svolge la corrida ma anche nelle zone dove la gente alloggia con le proprie tende. Ad esempio nel campeggio El Molino potrete rilassarvi nella piscina ascoltando la musica di DJ che vengono ad esempio da Londra.

Immagine anteprima YouTube

Non avete più scuse. Partecipate alle Fiestas de San Fermín per vivere un’esperienza di pura adrenalina!

footer logo
Fatto con per te