Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   3 minuti di lettura

Un accenno alla storia ed uno alla tradizione gastronomica: ecco le due direttive migliori per conoscere ed apprezzare Fano, specie in questo periodo!
Due linee che possono essere percorse insieme solo nella prima metà di settembre, dal 12 al 15 in questo 2013 per la precisione, e attraverso le quali Why Marche vi guiderà!
Se infatti voleste visitare la “Fano dei Cesari” e ripercorrere questo periodo storico, potreste arrivare a Fano in qualsiasi periodo dell’anno; se però oltre a nutrire la vostra sete di storia e cultura voleste anche coccolare il vostro palato, allora il periodo giusto è quello che vi permetterà anche di scoprire il Festival del Brodetto.

source: terre dei trabocchi/flickr
source: terre dei trabocchi/flickr

La storia di Fano si lega in maniera indissolubile a quella di Roma. Tornare indietro a 2000 anni fa non è ancora possibile, ma le testimonianze, architettoniche e monumentali, del passaggio degli antichi romani sono in grado di farci ricostruire questo passato così lontano.
La visita alla Fano Romana non può che iniziare dall’imponente Arco d’Augusto che vi accoglie e che fa ingresso al centro storico. Vero simbolo della città di Fano, l’Arco fu concepito in epoca romana come la principale porta d’accesso alla Colonia Julia Fanestris, dedotta dall’Imperatore Augusto sul sito di un abitato sviluppatosi attorno al repubblicano Fanum Fortunae, il tempio dedicato alla Dea Fortuna. Proseguendo il cammino verso nord, ci si imbatterà nelle monumentali Mura Augustee: volute dall’Imperatore Augusto nel grandioso progetto di monumentalizzazione della città e completate nel 9 secolo d.C., le mura si conservano ancora oggi per circa i due terzi del circuito originario dando la possibilità di girare attorno al nucleo centrale di Fano, conservato e preservato come in un prezioso cofanetto dalle possenti mura.

Fano Arco di Augusto
L’Arco di Augusto a Fano

Di grande suggestione sono anche le imponenti strutture murarie rinvenute sotto la Chiesa e il Convento di S.Agostino che per secoli hanno stimolato la fantasia e l’interesse di studiosi ed appassionati della storia romana.
Nei primi anni del XX secolo è invece stata fondata la Sezione Archeologica del Museo Civico, che allestita nei locali del Malatestiano, raccoglie reperti di varie epoche rinvenuti a Fano e nel suo territorio già nei secoli passati.

brodetto cooking showCosì come la storia, altro elemento naturale di Fano è il suo mare. E dunque anche i prodotti che mette a disposizione della tradizione gastronomica. Il Brodetto è un modo di cucinare il pesce assolutamente unico, che si presta ad essere declinato in molte sfumature, da quelle più legate alla “marchigianità” della cucina, fino a quelle figlie di un’innovazione che anche a tavola non smette di stupire. L’XI^ edizione del Festival Internazionale del Brodetto – in programma appunto dal 12 al 15 settembre – sarà nel segno del rinnovamento e dell’internazionalità con il coinvolgimento attivo del pubblico e di chef provenienti da tutto il mondo.  Grande spazio sarà dato alla mostra mercato ed un ruolo fondamentale lo giocherà l’intrattenimento con gruppi musicali, spettacoli dal vivo di diverso genere, presentazioni di libri, animazione per bambini.
Ma l’anima di questo appuntamento saranno come sempre i cooking show, con i migliori chef italiani, primi tra tutti Mauro Uliassi e Moreno Cedroni, che proporranno la loro re-intepretazione di questo piatto tipico, accompagnati da “Special Guest” quali Marina Gasi (Croazia) del Ristorante “Marina” di Novigrad (Istria) e Kostantinos Sarris (Grecia).

brodetto Fano

Vi sembrano pochi 4 giorni per immergervi nel “mondo del brodetto”? Non preoccupatevi perché nei ristoranti del territorio settembre sarà il “Mese del Brodetto”: dal 13 settembre al 13 ottobre da Fano a Pesaro, da Torrette a Marotta ma anche nei paesi dell’entroterra come Serrungarina e Fermignano si potrà degustare la famosa zuppa proposta dagli chef locali!

Vi abbiamo dato abbastanza motivazioni per fare di settembre anche il “mese di Fano”?

footer logo
Fatto con per te