Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   3 minuti di lettura

Oggi abbiamo il piacere di ospitare i creatori di Miniviaggi, un blog dedicato alle meraviglie italiane, agli angoli più belli dello stivale e ai suoi sapori più gustosi.

Preparatevi a scoprire la storia di alcuni dei mercati italiani più famosi al mondo, perchè, come scrive Miniviaggi, “non si possono apprezzare le bellezze di un Paese straniero senza prima conoscere casa propria”…

Il mercato è da sempre il luogo per eccellenza dove si intrecciano vite e storie degli abitanti di ogni città.
Ogni popolo affida al suo mercato non solo l’arte dello scambio, ma soprattutto le proprie tradizioni, i propri valori. In Italia esistono molti mercati storici, tappa fondamentale per il turista che vuole conoscere appieno l’essenza della nostra cultura.

Ecco i principali:

Palermo – Ballarò

Il mercato Ballarò di PalermoE’ il principale tra i mercati storici palermitani, molto frequentato dai cittadini. L’origine del nome si deve forse al villaggio di Balhara, vicino Monreale, dove arrivavano i mercanti arabi. A Ballarò sarete attirati dai venditori che richiamano a sé l’attenzione con le caratteristiche urla “abbaniate”, con le quali vi offriranno le migliori primizie della campagna siciliana.

Bologna – Mercato di Mezzo

Il mercato di mezzo di BolognaBologna vanta diversi mercati storici, ma il più caratteristico è il Mercato di Mezzo, proprio nel cuore della città. Il nome si perde nella notte dei tempi, forse anche prima del 1400, quando la zona venne dedicata al commercio delle granaglie. Le stradine che formano il cosiddetto Quadrilatero, nel quale si sviluppa il Mercato di Mezzo, hanno nomi eloquenti, che ricordano le antiche attività commerciali che vi erano esercitate: Via Drapperie, via degli Orefici, via Caprarie, via Calzolerie, via Pescherie Vecchie, via Clavature.
Visitare oggi il mercato è immergersi nei colori e nei sapori della rinomata tradizione culinaria bolognese, nella suggestiva cornice dei palazzi medievali.

Genova – Mercato Orientale

Il Mercato Orientale di GenovaLa sede del mercato coperto di Genova vi sembrerà singolare: il palazzo che lo ospita era infatti nato come convento. Ma la struttura non fu mai terminata, e alla fine del 1800, le bancarelle che fino ad allora occupavano piazza De Ferrari, si trasferirono negli spazi del chiostro. Chi vuole visitare il mercato Orientale, sarà accolto dai banchi dei fiorai ai cancelli d’ingresso, mentre all’interno potrà trovare ogni tipo di delizia gastronomica.

Roma – Campo de’ Fiori

Il mercato di Campo de' Fiori di RomaCampo de’ Fiori è tristemente noto ai più per le esecuzioni capitali che qui avvenivano nel 1600, e di cui fu vittima illustre il filosofo Giordano Bruno. Ma il bel nome della piazza si deve al fatto che fino al 1400 qui si trovava un prato con alcuni orti. Di notte punto nevralgico della movida romana, di giorno sede di un mercato che in sé racchiude la più tradizionale essenza romanesca. Campo de’ Fiori fu anche il set dell’omonimo film con Anna Magnani e Aldo Fabrizi.

Torino – Porta Pila

il Mercato di Porta Pila di TorinoPorta Pila è il nomignolo con cui viene chiamato dai torinesi il mercato di Porta Palazzo, il mercato all’aperto più grande d’Europa. Un luogo dove fare la spesa, fare acquisti convenienti, ma anche un grande crogiolo di culture e di tradizioni che qui arrivano da tutto il mondo. Vicinissimo a Porta Pila, ogni sabato si svolge il mercatino delle pulci, detto il Balon dal nome della Borgata del Pallone che lo ospita.

Firenze – Mercato Nuovo

Il Mercato Nuovo di FirenzeLa Loggia del Mercato Nuovo è sede di uno dei più vivaci mercati storici fiorentini, proprio nel cuore della città. Costruita alla metà del 1500, la loggia ha accolto prima i commercianti di oro e seta, poi i venditori di cappelli di paglia, ed oggi ospita per lo più bancarelle di souvenir e pelletteria. I turisti che vogliono portare a casa un ricordo di Firenze possono fare qui i loro acquisti, non senza aver prima donato una monetina al “Porcellino” di bronzo, all’entrata della Loggia, come augurio di buona fortuna.

Lucca – Mercato Antiquario

Mercato dell'antiquario di LuccaOgni mese, durante il terzo weekend, Lucca si trasforma in un grande mercato a cielo aperto. Il mercato antiquario lucchese è uno dei più importanti d’Italia, e certamente il più vasto. Gli espositori occupano le principali piazze del centro storico, ma la strada più importante resta via del Battistero, dove il mercato nacque, e che viene chiamata proprio la “via degli antiquari”.

Napoli – San Gregorio Armeno

Il mercato di San Gregorio Armeno di NapoliNon si tratta di un mercato tradizionale, ma la sua fama lo rende uno dei luoghi più visitati di Napoli. San Gregorio Armeno è la strada dove dal 1700 si trovano le botteghe degli artigiani che realizzano i presepi.
Qui durante tutto l’anno sono esposte le statuine tradizionali e quelle più originali, con le sembianze di personaggi storici, politici e d’attualità. Entrate in una di queste botteghe per osservare gli artigiani al lavoro, e scoprite come vengono realizzate queste piccole opere d’arte nella più classica tradizione napoletana.

Se siete curiosi di sapere quali sono i mercati più belli del Mediterraneo, ve lo raccontiamo qui!

footer logo
Fatto con per te