I migliori vini d’Europa

Scritto 01/07/2012 No commenti

Immaginate questa situazione: state viaggiando per l’Europa ed avete un amico, amante del buon vino, che volete sorprendere con un regalo al vostro ritorno… Che vino scegliete? Oppure, se avete un amico che vive all’estero e volete inviargli una bottiglia di buon vino ed avere allo stesso tempo la sicurezza che lo possa riconoscere e che gli possa piacere… Cosa potete comprare?

Se a volte vi è capitato di porvi questi interrogativi o semplicemente di avere dei dubbi a riguardo, oggi il blog di Uvinum vi indicherà i vini e le zone più riconosciuti d’Europa, affinché possiate trovare il regalo perfetto quando vi trovate in viaggio all’estero.

Francia

Il maggior produttore di vino del mondo ed anche quello con i vini più difficili da regalare. E’ difficilissimo, infatti, scegliere tra i Borgogna, i bianchi, i rossi, i Bordeaux o addirittura tra i vini storici come quelli del Rhone (Rodano). Comunque, in qualsiasi zona della Francia vi troviate, di sicuro nei paraggi ci sarà un posto dove si producono ottimi vini. Quindi l’opzione migliore è sempre puntare sul locale.

Senza dubbio il maggior apporto dato dai francesi al mondo del vino è lo Champagne. Non sono i vini più costosi di Francia ma di sicuro sono i più particolari e singolari. Lo Champagne richiede una conoscenza e una produzione artigianale così complessi che nessun’altro vino francese ha.

La Francia ha inoltre donato quest’arte al mondo, col metodo champenoise, che costituisce un apporto unico e ineguagliabile.

Italia

Barolo migliori vini EuropaL’Italia è molto più varia rispetto alla Francia, sia per le uve che per i vini: Barolo, Barbaresco, Chianti, Lambrusco, Amarone, Vin Santo… E tanti, tantissimi, altri!

Tuttavia, parlando di uve, senza voler offendere i sostenitori di uve come la Verdicchio o la Moscato, quelle autoctone considerate più importanti d’Italia sono la Sangiovese e la Nebbiolo. E se la Nebbiolo si utilizza per farne un vino Barolo da invecchiamento, sono davvero pochi i vini che possono reggere il confronto in tutto lo Stivale.

Inoltre i vini Barolo hanno una particolarità che appartiene solo ai più grandi vini del mondo: non solo vengono prodotti da un’uva geograficamente ben definita ma, per di più, in un buon Barolo si riesce ad apprezzare persino un vigneto precedente.

Spagna

La Spagna è stata uno dei paesi produttori di vino che ha subito una maggiore crescita durante l’ultimo mezzo secolo e quella che lo ha fatto più rapidamente rispetto agli altri paesi europei. Solo Argentina, Cile, Sudafrica o Australia si avvicinano ai livelli dell’evoluzione spagnola, che si posiziona al terzo posto tra i produttori mondiali per importanza e volume.

Alle regioni più tradizionali come quelle di Rioja o Penedés, si sono aggiunte anche quelle di Priorat o Ribera del Duero che, grazie al loro impegno, hanno ottenuto un aumento proporzionale sia della domanda che del prezzo.

A questo punto, se il nostro parametro è quello “dell’acquisto sicuro”, sceglieremo di continuare a comprare vini di Rioja.

Perché il Rioja è uno dei vini che meglio si abbinano al mondo, con tutti i tipi di carne ed insaccati. I vini rossi riserva hanno un ottimo invecchiamento e conservano un incredibile rapporto qualità-prezzo rispetto agli altri colleghi europei; hanno inoltre una complessità aromatica e gustativa tali da poter essere apprezzati dal primo all’ultimo sorso.

Vuoi scegliere un vino che non sia Rioja? Habla del Silencio 2010, un vino con poca tradizione e dal prezzo molto contenuto… ma che vino!

Germania

Riesling e Gewürztraminer rappresentano le due grandi varietà di uva della Germania. Se dovessimo però scegliere tra le due, sia per la sua universalità che per la grandiosità che vanta in Germania, sceglieremmo sicuramente la riesling.

Il riesling tedesco ha un equilibrio fantastico ed un’acidità impressionante uniti ad una potenza aromatica fuori dal comune e ad un gusto deliziosamente fruttato. Tutte caratteristiche che difficilmente ritroverete in altri paesi o in altre uve. Scegliere un riesling bianco della Mosella significa fare un acquisto sicuro.

Sapevi che durante il secolo XIX e fino ai primi del XX il riesling tedesco era più stimato e caro dei rossi di Bordeaux (soprattutto per la capacità di invecchiamento per anni e anni)?

Austria

L’Eiswein è il baluardo dei vini austriaci. Nonostante sia prodotto in altri paesi dal clima freddo come Germania e Canada, è in Austria dove ha raggiunto il suo apice, ragion per cui non potete andar via da questo paese senza portare con voi una bottiglia di questo magnifico vino dolce.

Portogallo

Vino PortoQui c’è un problema: scegliere infatti un vino secco nel paese dei grandi vini dolci come il Porto e il Madeira sembra quasi una bestemmia, nonostante ci siano vini come il Dao e l’Alentejo che meritano comunque tutto il nostro rispetto. Tuttavia, per non deludere le aspettative, dobbiamo senza dubbio portarci a casa una bottiglia di questo delizioso elisir che è, appunto, il vino di Porto. Comprare vini di Porto è relativamente facile: basta dare un’occhiata al portafoglio e pagare quello che ci possiamo permettere.

Tra i vini di Porto, infatti, non si nascondono grandi segreti. Ogni vino ha il suo preciso prezzo quindi più paghiamo e più il vino è migliore. In nessun’altro posto al mondo il valore di mercato è così simile al valore effettivo.

x

A questo punto non ci resta che augurarvi buon viaggio e che possiate avere l’occasione di provare i vini migliori d’Europa!