Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   2 minuti di lettura

Quante volte, prima di un viaggio, vi siete domandati: “Per questo paese avrò bisogno del visto?”. Uno dei temi più complicati quando si tratta di viaggiare è affrontare la burocrazia e le scartoffie che possono essere obbligatorie per superare frontiere. La necessità dei visti o dei permessi per poter accedere ad alcune destinazioni dipende dalla politica e dalla diplomazia esistente tra il paese di origine di chi viaggia e quello che si ha intenzione di visitare.

Il Passport Index è una classifica che ordina i paesi a seconda di quanto è semplice per il passaporto di quel paese accedere ad altre destinazioni senza necessità di richiedere l’emissione di un visto o di permessi speciali. Volete conoscere che posizione occupa il passaporto italiano nella classifica? Scopriamolo insieme!

I passaporti che aprono più porte del mondo

Secondo questa classifica i passapoti di Singapore e Germania sono quelli che vantano la posizione migliore con un “power rank 1”. I viaggiatori di queste nazionalità possono entrare in 159 paesi senza bisogno di richiedere nessun visto.

Hojas de pasaporte con sellos de entrada y salida

Nel nostro caso il passaporto italiano ha un “power rank” di livello 3, abbiamo la fortuna di poter accedere a 157 nazioni senza permessi speciali nè visti. Il nostro passaporto, di fatto, si trova allo stesso livello di quelli di Stati Uniti, Giappone, Norvegia e altri paesi come l’Inghilterra (bisognerà vedere se le politiche estere del Brexit implicheranno dei cambiamenti nel “power rank” del passaporto inglese!).

pasaporte americano

In fondo alla classifica troviamo paesi del Medio Oriente, gli abitanti di Afghanistan, Pakistan, Irak e Siria sono coloro che hanno maggiori difficoltà quando devono viaggiare dato che possono accedere senza visto a una media di 20 paesi ognuno.

Esiste un altro sito molto utile se volete sapere in che paese viaggiare con il vostro passaporto senza dover richiedere il visto, si tratta di Visadb, che offre anche molte informazioni utili come una comparazione dei costi tra il paese d’origine e quello che si vuole visitare e specifica il clima che c’è da aspettarsi durante ogni mese dell’anno, sempre confrontandolo con quello medio del proprio paese.

visadb

 

Che cosa ne pensate? Vi aspettavate che il passapoto italiano avesse questa posizione nella classfiica? Potete consultare la pagina di Passport Index per conoscere i dettagli a che paesi possiamo accedere senza bisogno di alcun visto.

 

footer logo
Fatto con per te