Stoccolma Low Cost, i consigli delle Travel Blogger

Che cosa succede se 13 Travel Blogger, tutte donne, decidono di organizzare un viaggio insieme e andare a visitare Stoccolma? Il risultato potete immaginarlo e queste ragazze hanno voluto condividere con noi emozioni, esperienze e scoperte di un viaggio nella capitale svedese. Abbiamo chiesto loro consigli per conoscere ogni sfumatura di questa città in un’ottica rigorosamente Low Cost. Siete pronti a leggere i consigli di alcune di loro?

Valentina di Viacolviaggio

Sito: www.viacolviaggio.it

Polpette svedesi con un occhio al portafogli
Dove mangiare le polpette svedesi a Stoccolma? Da Meatballs for the People! Difficile non notare la scritta “We love balls” all’esterno e praticamente impossibile non essere catturati dal profumo delle polpette che uscendo dalla porta inonda delicatamente la strada. Mangiare in questo posticino significa degustare un piatto tipico e gustoso che nella sua versione più classica viene servito con purè e mirtilli rossi. In questo ristorante si può assaggiare il cuore della cucina svedese ad un prezzo più che ragionevole.

polpette ristorante Meatballs for the people a Stocolma

Letizia di MangiaViaggiaAma

Sito: www.mangiaviaggiaama.it

La metro di Stoccolma: la più lunga galleria d’arte del mondo
Con i suoi 110 chilometri ed il contributo di centinaia di artisti, è la più vasta galleria d’arte del mondo: ma niente code all’ingresso né prezzi da capogiro, per visitarla vi basterà comprare un biglietto della metropolitana. Ben 90 delle 100 stazioni totali sono state arricchite da dipinti, sculture ed installazioni, in modo da trasformare la Tunnelbana in un museo accessibile a tutti. Dalla stazione dedicata ai più piccoli, con le pareti decorate da disegni di bambini, a quella con un’installazione di neon luminosi finiti persino in un video di Madonna, passando per fermate che sembrano grandi grotte, costruite negli anni ’70 seguendo i principi dell’architettura organica: a Stoccolma la metropolitana non è solo un mezzo di trasporto, è la vera attrazione da non perdere.

Metro Stoccolma

Foto di Arild via Flickr

Cristina di Viaggevolmente

Sito: www.viaggevolmente.com

Lezioni di design for free da Svenks Tenn
Hai presente il design, quello che fa dire al commesso, (ops! allo store manager) “Ma vuoi mettere davvero dei libri nella libreria? Ma è un pezzo di desaaiiign”? A Svensk Tenn capirai l’essenza del design vero, quello per far stare bene le persone.  Dal 1924 Svensk Tenn delizia gli occhi e lo spirito degli Svedesi e non con tessuti colorati zeppi di elefanti indiani, frutti tropicali, pappagalli brasiliani e alter follie. Ci sono tavoli preparati per la colazione a cui è difficile non sedersi e vasi colmi di fiori bianchi che sembrano appena messi da Estrid Ericsson, la maestrina di disegno scappata dal suo paesino del sud della Svezia e venuta a tentare la grande avventura a Stoccolma. Fateci un giretto, mi raccomando. E’ sul lungomare di Strandvägen.

Design di Svenskt Tenn

Erika di Viaggideltaccuino.it

Sito: www.viaggideltaccuino.it

Risparmiare un bel po’ con la Stockholm Card
Stoccolma è ricca di musei e di attrazioni che sorgono sulle numerose isole che compongono la città. Per scoprirle tutte e spostarsi in maniera veloce e gratuita è possibile acquistare la Stockholm Card che prevede viaggi illimitati su tutti i mezzi di trasporto pubblici di Stoccolma (metropolitana, autobus, treni e tram) e l’entrata gratuita in circa 80 tra musei, attrazioni e tour turistici della capitale. Tra i musei inclusi nella Stockholm Card il Moderna Museet, il Norkiska Museet, il Vasa Museet e il museo all’aperto di Skansen. Sempre grazie alla Stockholm Card ci si può spostare con i battelli turistici Hop-On Hop-Off per raggiungere le maggiori isole dell’arcipelago o vivere l’esperienza di scoprire la città dal mare con una gita turistica in battello.

Erika Francola Stoccolma

Elisa di Elisachisanahoshi

Sito: www.elisachisanahoshi.com

L’ostello più cool con i tocchi vintage
Chi l’ha detto che un ostello dev’essere per forza basico e tristanzuolo? Con sauna, noleggio di bici e una location imbattibile il City Backpackers Hostel Stockholm è davvero un indirizzo prezioso. L’ambiente è super friendly, arredato con mobilia vintage e uno stile fantastico: la Reception è un piccolo museo di memorabilia, con tanto di telefono d’epoca funzionante! Tutto sui toni del bianco, l’ostello offre camere pulitissime e luminose, free wifi e una cucina in comune enorme, tanto spaziosa e accessoriata che vi verrà voglia di a cucinare insieme altri viaggiatori. Per le ragazze che viaggiano da sole c’è anche il girls dorm, e le stanze private partono da 500 SEK.

Ostello City Backpackers Hostel Stockholm  Stoccolma

Cristina di Parliamodiviaggi

Sito: www.parliamodiviaggi.it

Un tuffo nel verde al Skogskyrkogarden, Patrimonio UNESCO
Skogskyrkogarden è un cimitero ma non si direbbe. Uno di quei luoghi dove rifugiarsi per ritrovare la propria dimensione e godere di una distesa infinita di verde, alberi, colline e pace. Costruito tra il 1917 e il 1920 a Enskede nella zona Sud di Stoccolma, nel 1994 è stato inserito nella lista dei luoghi Patrimonio UNESCO. Si può percorrere a piedi, in bicicletta o in auto tanto è vasta la sua superficie. Ospita due interessanti cappelle, la Cappella del Bosco progettata dall’architetto Gunnar Asplund e la Cappella della Resurrezione di Sigurd Lewerentz, anche se l’attrazione più nota è la tomba di Greta Garbo. Il cimitero è facilmente raggiungibile in metro (fermata Skogskyrkogarden) e l’ingresso è gratuito.

Cimiteo Skogskyrkogarden Stoccolma

Questi sono i suggerimenti di alcune delle nostre amiche Travel Blogger. Altre ragazze che viaggiavano con loro ci hanno voluto dare una visione “rosa” della capitale svedese, scoprite in questo post i loro suggerimenti. E voi, ne avete altri? Lasciateceli nei commenti e aiutateci a scoprire una Stoccolma unica e indimenticabile.