Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   5 minuti di lettura

Mettiamo il caso che vi siate innamorati di Petra o meglio, dell’immagine che viene in mente a chiunque senta nominare questa destinazione: la Porta del Tesoro che si impone maestosa all’ennesima ansa del siq, il lungo canyon scavato nelle arenarie. Avete presente? Sì, questa:

Petra Gioradnia
Foto di Esin Üstün via Flickr

Volete visitare questo luogo, una delle sette meraviglie del mondo moderno e potervi mettere nei panni dell’Harrison Ford che è stato il vostro eroe durante mezza infanzia (si, alcune scene di “Indiana Jones e l’Ultima Crociata sono state girate qui). Insomma, avete le idee chiare, la destinazione del vostro prossimo viaggio sarà il paese che ospita Petra. Ma da dove cominciare a organizzare un tour in Giordania?

Niente paura, vi aiutiamo noi, seguite il nostro itinerario e iniziate a sognare la vostra avventura tra deserto, beduini e città dall’atmosfera orientale.

Intanto alcuni consigli pratici:

  • Il periodo migliore per viaggiare in Giordania sono i mesi tra aprile e maggio e settembre e ottobre, per evitare picchi di caldo.
  • Muoversi con il trasporto pubblico potrà essere un po’ complicato. Vi consigliamo di chiedere agli hotel quanto costa il trasporto verso la prossima tappa oppure cercare di contrattare un autista privato che vi accompagni durante tutto il viaggio.
  • Viaggiare sicuri in Giordania è assolutamente possibile, basta evitare di avvicinarsi ai confini con paesi in conflitto tra loro e tenere d’occhio le raccomandazioni del sito della Farnesina.

Tour Giordania

Ecco l’itinerario del tour della Giordania che vi proponiamo:

tour giordania

Giorno 1: Vi consigliamo di prenotare il volo di andata su Amman, la capitale della Giordania, qui potrete trascorrere una giornata o al massimo due per visitare il centro, la moschea principale e fare un giro nella Cittadella romana, il sito che si trova nella parte antica della città e dove la capitale affonda le sue radici storiche. Dato che si trova su un colle al centro della città questo è un ottimo punto per avere una visione aerea e a 360 gradi dei tre settori che compongono Amman.

cittadella Amman

Giorno 2: Da Amman potete visitare anche Jerash, denominata “la Pompei d’Oriente”, si trova ad un’ora di macchina dalla capitale ed è un sito archeologico preservato in ottime condizioni e dalle origini romane. Passeggiate lungo il cardo e il decumano, le vie principali di ogni città costruita dai romanie rilassatevi sui gradini di ciò che rimane degli antichi e imponenti templi, vi sentirete catapultati in un’altra epoca.

Jerash Giordania
Foto di Daniel Duce via Flickr

Giorno 3: Partite la mattina presto da Amman e con il pieno di energie per un’esperienza avventurosa: il canyoning nel Wadi Mujib. Il viaggio dura all’incirca un’ora e mezza in auto. Potrete affrontare un percorso “ad ostacoli naturali” lungo le gole di un’enorme crepa creatasi in una montagna. Cercate di arrivare in mattinata per non affrontare quest’esperienza con il caldo torrido e neppure quando il sole inizia a tramontare e la temperatura scende. Ci sono diversi livelli di difficoltà e il percorso più semplice dura circa un’ora e mezza tra andata e ritorno. Potrete affrontarlo da soli ma vi consigliamo di spendere un po’ di più e farvi guidare da un esperto, alcuni punti possono essere un po’ impervi per chi non è allenatissimo. Munitevi di costume e scarpe adatte a camminare sulle rocce bagnate. Non preoccupatevi se non avete una macchina fotografica subacquea, la guida potrà portare con sé il vostro cellulare o la vostra fotocamera in uno zaino impermeabile e potrete immortalarvi nei momenti più divertenti o impervi del percorso.

wadi mujib giordania
Foto di mota.jordan via Instagam

Il pomeriggio potrete rilassarvi su una spiaggia sul Mar Morto e provare l’ebbrezza di trovarvi nel punto più basso del mondo (a circa 420 metri sotto al livello del mare) e galleggiare in questo mare unico la cui altissima salinità non permette a nessun tipo di vita animale di sopravvivere nelle sue acque. Spalmatevi addosso i celebri “fanghi del Mar Morto” e rilassatevi al sole mentre si seccano sulla vostra pelle concedendovi un trattamento fai-da-te e gratis con uno dei prodotti cosmetici che in Italia si è pronti a pagare profumatamente. Tenete presente che le spiagge giordane che si affacciano sul Mar Morto sono private e appartengono ai resort. Vi faranno comunque accedere pagando o potrete direttamente prenotare una notte lì concedendovi un po’ di lusso per una giornata.

donna galleggiando mar morto
Foto di lauravl via Instagram

Giorno 4: Trascorrete la mattina all’insegna del relax e per un ultimo trattamento con i fanghi e partite dopo pranzo per la città che ha dato il “la” al vostro viaggio: Petra, impiegherete circa tre ore per raggiungerla in auto e potrete avere subito un assaggio serale di ciò che non vedete l’ora di visitare, il celebre Tesoro di Petra. Prenotate lo spettacolo “Petra by night” per assistere a un concerto di musica tipica giordana ammirando questa meraviglia architettonica scolpita nella montagna da una civiltà antichissima illuminata da centinaia di candele. Questo show ha luogo un giorno sì e uno no, informatevi quindi se la sera in cui arriverete sarà possibile assistervi. Se cercate informazioni più precise su Petra leggete i consigli più utili nel nostro Travel Trend “Meraviglie del Mondo” su eMotion.

Petra by night
Foto di Sylvain L. via Flickr

Giorno 5: Svegliatevi la mattina presto e recatevi di nuovo al sito archeologico di Petra. Il prezzo per accedere è aumentato incredibilmente negli ultimi anni ma dato che il sito ha moltissime meraviglie da visitare oltre al Tesoro ed è vastissimo vi consigliamo di acquistare il ticket per poter accedere due giorni. La differenza rispetto al biglietto per un solo ingresso è minima e vi permetterà di vivere l’esperienza senza fretta e di suddividere la visita in due giornate. Armatevi di scarpe comode, un cappello e molta acqua e non stupitevi se durante la visita avete la sensazione di essere seguiti da qualche beduino in groppa ad un asino o un cavallo, è probabile che quando vi vedrà allo stremo delle forze vi proporrà il suo mezzo di trasporto (ovviamente a pagamento) per procedere l’escursione.

Petra Giordania
Foto di Dennis Jarvis via Flickr

Giorno 6: Trascorrete la mattinata di nuovo a Petra per le ultime foto (quanto prima entrerete meno turisti troverete) e partite dopo pranzo verso il deserto del Wadi Rum. Impiegherete circa due ore in auto. Qui potrete conoscere da vicino i beduini giordani e vivere l’esperienza di trascorrere una o più giornate come loro. Potrete scegliere diverse escursioni diurne in jeep per il deserto per ammirare da vicino la bellezza naturale di questo luogo così inospitale e imponente. Lasciatevi incantare dallo spettacolo del sole che tramonta tra le montagne e concludete questa giornata unica con i beduini e le loro usanze gastronomiche prima di andare a dormire in una tenda sotto le stelle.

wadi rum giordania
Foto di Paul Stocker via Flickr

Giorno 7: Dopo un breve giro in cammello partite in direzione Aqaba, l’ultima tappa del vostro viaggio e una delle principali città a sud della Giordania. Dopo solo un’ora di viaggio in auto avrete l’opportunità di tuffarvi nel Mar Rosso e ammirare da vicino la fauna che lo abita con esperienza di snorkelling o con un’immersione. Dopo così tante avventure rilassatevi e prendete il sole, se siete donne vi consigliamo di indossare un costume a un unico pezzo dato che qui le donne tradizionalmente fanno il bagno quasi completamente vestite, ma è un suggerimento che vi diamo a titolo informativo e per permettervi di non sentirvi a disagio. Da Aqaba potrete prendere il volo per ritornare nella vostra città.

Mar Rosso Giordania
Foto di Joi Ito via Flickr

Non possiamo non lasciavi senza consigliarvi i piatti tipici giordani. Farete il pieno di hummus, falafel e piatti a base di carne di agnello. Tra i dolci degni di menzione non ripartite senza aver assaggiato il knafeh, fatto di un formaggio dolce che ricorda la mozzarella adagiato su una sfoglia, ricoperto da sottili fili croccanti e cosparso con sciroppo dolce e servito caldo.

Knafeh dolce giordano
Foto di watashiwani via Flickr

Vi abbiamo fatto venire voglia di realizzare il vostro sogno e volare in questo paese fantastico? Non pensateci oltre, scoprite le nostre offerte per Amman e cominciate il tour della Giordania che vi lascerà ricordi indimenticabili e una voglia incredibile di tornare.

footer logo
Fatto con per te