Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   2 minuti di lettura

Se non sai come trascorrere ferragosto, segnati il 12, il 13 e il 14 agosto sul calendario e preparati per andare a Piazza Armerina (Enna)!

Cavalieri e dame, soldati e banditori… l’atmosfera medievale torna ad avvolgere Piazza Armerina grazie alla celebrazione del Palio dei Normanni.

Un salto indietro nel tempo che coinvolge tutti i cittadini, che attendono impazienti il giorno della “Quintana”, cioè l’appuntamento con la giostra medievale in cui si affrontano i quattro quartieri storici della città.

La festa inizia il 12 agosto con la consegna delle armi nella piazza del comune e la benedizione dei giostranti e dei quartieri.
Dalle vie di Piazza Armerina s’innalzano i rulli dei tamburi e gli squilli delle trombe e inizia a diffondersi su queste note l’entusiasmo che accompagnerà questi tre giorni.
Dopo la cerimonia religiosa, il corteo storico sfila per le vie del centro, fino a ritirarsi nelle logge di contrada San Pietro.

Cavaliere del quartiere Canali al Palio dei NormanniIl 13 agosto è la giornata della rievocazione dell’arrivo delle truppe normanne nella città e le musiche sono l’elemento più suggestivo dell’evento.
Da Porta Castellina il corteo raggiunge Piazza Duomo per l’incontro con il Priore, il Magistrato dei Quartieri, i Notabili, le Dame, il Gran Magistrato con la Gran Dama e i Cavalieri giostranti dei quattro quartieri storici, (Monte, Castellina, Canali e Casalotto). Qui il Gran Magistrato raggiunge il Conte Ruggero e gli dona simbolicamente le chiavi della città Plutia con la solenne promessa di fedeltà. In seguito il corteo attraversa nuovamente la città e si ritira nelle logge di contrada San Pietro.

Il 14 agosto è l’ultimo giorno del Palio, il giorno della quintana, cioè l’appuntamento più importante della festa, che ogni anno regala forti emozioni grazie alla giostra medievale e alle sue prove di forza e abilità con cui si cerca di sconfiggere il nemico, il saraceno.

I cavalieri devono affrontare quattro prove:
– Prima prova: i cavalieri si lanciano al galoppo con la lancia in resta per colpire lo scudo del saraceno.

– Seconda prova: i cavalieri si lanciano al galoppo con una mazza chiodata per colpire lo scudo del saraceno.

– Terza prova: i cavalieri si lanciano al galoppo con la lancia in resta contro il saraceno, cercando di infilare, durante la corsa, un anello del diametro di 11 cm.

– Quarta prova: i cavalieri si lanciano al galoppo con un giavellotto che dovrà essere lanciato attraverso un anello posto su una forca.

La squadra che vince riceve il Palio, una copia del Vessillo papale che raffigura “Maria SS. delle Vittorie” che sarà conservata per l’intero anno nella parrocchia del quartiere.
Il palio termina con la sfilata dei vincitori per le vie della città.

Vivi le emozioni del Palio dei Normanni di Piazza Armerina… canti, balli e competizioni che ti regaleranno un ferragosto suggestivo e ricco di emozioni!

footer logo
Fatto con per te