Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   5 minuti di lettura

E’ una delle città più belle del mondo, tra le più amate, fotografate, filmate e visitate di sempre. Ma dietro la sua facciata più “patinata” e battuta rappresentata dal Colosseo, i Fori Imperiali, la Fontana di Trevi, le trattorie “tipiche” con le tovaglie a quadri bianchi e rossi (che di tipico hanno ben poco!), si nasconde il vero carattere verace e intraprendente di Roma.

Siamo andati a cercare le esperienze uniche e meno conosciute di questa città per offrirvi una visita speciale nella capitale d’Italia.

Lasciatevi ispirare da questo video e dalle curiosità più originali sulla Città Eterna prima di immergervi in una lista creata dai locals, con alcune esperienze da non perdere.

1. Passeggiare per il cimitero del Testaccio

Visita il cimitero acattolico di Testaccio, un luogo poetico, malinconico e fuori dal tempo dove si trovano le tombe di Gramsci, Shelley, Keats e molti altri. È aperto tutti i giorni al mattino e dal lunedì al sabato fino alle 17.00. Per gruppi di un minimo di 10 persone si può visitare anche accompagnati da un volontario del cimitero.

Tomba di Gramsci, Cimitero del Testaccio a Roma.

2. Visitare il quartire Coppedè

Scopri il mondo a parte del quartiere Coppedè. Un esperimento archittetonico unico che mixa in modo originale stili e figure diversi tra loro. Dal liberty all’art déco, dal medioevo al barocco, il quartiere Coppedè entra senza dubbio nella lista delle bellezze romane.

Fontana nel quartiere Coppedè di Roma.

3. Fare compere ai mercatini di Rione Monti

Esplora i mercatini vintage del Rione Monti durante il week end per poi fermarti per un aperitivo in uno dei tanti baretti. Il Rione Monti si è imposto fra i più trendy della città entrando di diritto nella classifica dei luoghi da visitare a Roma.

Strada tipica del Rione Monti.

4. Passare un sabato sera al Pigneto

Prova la “movida” del quartiere Pigneto, fermandoti in uno dei suoi tanti bar per una cena, un drink o un concerto. Ma anche solo passeggiare per le sua animate stradine che nel fine settimana attirano i giovani romani di tutta la città.

Cocktail al  circolo artisti del Pigneto.

5. Ammirare l’arte contemporanea del Museo Macro

Visita il Museo Macro, centro romano per l’arte contemporanea, situato nel complesso ottocentesco dell’ex-mattatoio, è composto sia da una collezioni permanenti che da esposizioni temporanee. Dopo la visita è poi possibile fare un giro nella bella zona di Testaccio per un aperitivo o un pranzo in trattoria.

6. Fare una pausa caffè al Bar del Fico

Fai una pausa per un caffè in via Anima o via Pace, per esempio al bar del Fico, a un passo da Piazza Navona. Il bar del Fico è ormai diventato un must, anche solo per fare un po’ di people watching la sera dopo cena per un drink.

Aperitivo al Bar del Fico a Roma.

7. Consumare un buon brunch in una ex fabbrica

Fai un brunch in uno dei locali nelle ex-aree industriali recuperate, per esempio il Lanificio, che nel 2007 fu riqualificato per diventare uno dei locali più frequentati grazie al mix di arte, musica, intrattenimento e ristorazione che lo caratterizzano.

 Il locale Lanificio nel quartiere dell’ex area industriale.

8. Fare una passeggiata per l’antica via romana

Cammina sui lastroni originali dell’Appia Antica, sentiti come gli antichi romani e riposa all’ombra dei generosi pini. Si tratta di una delle più antiche vie mai costruite dai romani e portava fino a Brindisi. Un tuffo nel passato anche per gli stessi romani che adorano trascorrere  qui le domeniche pomeriggio.

 La via Appia antica

9. Visitare Villa Pamphili

Rilassati nel parco di Villa Pamphili. E se vi viene fame mentre esplorate il più grande parco romano, c’è la cucina biologica del Cafè Bistrot.. All’interno del parco si trova la Villa Doria Pamphili, uno dei migliori esempi di architettura seicentesca della capitale e sicuramente uno dei meglio conservati.

I giardini di Villa Pamphili.

10. Tifare la Roma allo stadio

Assisti a una partita della Roma allo Stadio Olimpico. I fan del calcio non possono perdersi questa mecca dello sport, l’altra faccia della spiritualità romana. Locali o forestieri, è impossibile non lasciarsi trasportare dalla passione che anima questo enorme luogo di culto.

Stadio Olimpico di Roma

11. Ascoltare i racconti di Bar San Calisto1

Se si vuol vivere la vera Roma, non si può non andare al bar San Calisto a Trastevere, un luogo ancora legato alle tradizioni, dove farsi raccontare qualche aneddoto dagli habitué. Una vera istituzione nella sua spartanità e un must per chi vuole scoprire  Roma!

Bar San Calisto a trastevere, Roma.

12. Fare un giro per via Margutta

 Visita le botteghe degli artigiani di Via Margutta per respirare l’atmosfera della Dolce Vita e conoscere una delle strade “creative” più famose del mondo, diventata famosa negli anni ’50 in seguito al film “Vacanze Romane”. Proprio in questa via trovarono residenza moltissime della personalità artistiche del Bel Paese, da Fellini a Anna Magnani fino a Giorgio de Chirico.

Prodotti tradizionali venduti in Via Margutta a Roma.

13. Spiare il Cupolone dal buco della serratura

Spia dal buco della serratura del portone del Giardino degli Aranci all’Aventino, da cui si vede “er cupolone”. Consiglio: al tramonto è ancora più affascinante. Lo riconoscerete perché vi troverete sicuramente qualcuno occupato a spiare dalla grande serratura. Però mantenete il segreto!

Aventino Cupolone visto dalla serratura.

14. Fare un tuffo nel passato con le Terme di Caracalla

 Lasciati suggestionare da una passeggiata alle Terme di Caracalla, coprono una superficie di 15 ettari e sono state per lungo tempo una delle opere architettoniche più importanti  dell’antichità. Prima terme, oggi museo e in estate anche palcoscenico per le migliori opere classiche.

Le Terme Caracalla a Roma

15. Scoprire sapori nuovi nel quartiere di Esquilino

Se avete voglia di profumi, sapori nuovi e non sapete cosa fare a Roma,non potete non entrare nei negozi di spezie del quartiere multietnico dell’Esquilino, dove per un attimo vi sembrerà di non essere più nella capitale ma teletrasportati in un luogo esotico dagli odori che vi circondano.

Mercato delle spezie nel quartiere Esquilino.

16. Gustare la cucina tipica romana

Decidi di passare un week-end nella capitale e non sai cosa fare la domenica pomeriggio? Puoi andare a mangiare un piatto di pasta alla carbonara o cacio e pepe in una delle storiche osterie romane. Ovviamente si conclude con un buon caffè prima di proseguire con la visita. 🙂

Pasta cacio e pepe, piatto tipico romano

17. Bere una birretta a “San Lollo”

Bere qualcosa e passeggiare per le vie di San Lorenzo, quartiere universitario per eccellenza, si tratta di uno dei luoghi più frequentati dai giovani romani. In continua crescita e trasformazione, è uno dei posti da visitare a Roma migliori se si vuole bere una birra a buon prezzo e passare una serata tra amici.

Quartiere  San Lorenzo, Roma.


18. Visitare l’antico ghetto ebraico e gustare i Carciofi alla Giudia

Assaggia i carciofi alla giudea nel ghetto Ebraico, uno dei più antichi del mondo occidentale. A pochi passi dal Tevere il ghetto ebraico è molto di più di un ottimo piatto di carciofi, ma uno dei posti da vedere assolutamente  a Roma.

Carciofi Giudia, piatto tipico della tradizione ebraica romana

19. Visitare Cinecittà e sentirsi come una star del cinema

In una città così cinematografica come Roma, non potete non vedere  gli studi di Cinecittà. Un tempo casa di moltissime star di Hollywood che venivano a girare qui i colossal più famosi, adesso continua la sua attività con produzioni locali e internazionali.

Cinecittà

20. Vedere una mostra al Maxxi

Visita il MAXXI, centro d’arte contemporanea, recentemente inaugurato e già fra i luoghi culto di Roma. Con le sue esposizioni temporanee il MAXXI sorprende per la sua architettura atipica in un contesto storico come quello romano.

Museo Maxxi, centro d’arte contemporanea

21. Fare la spesa al Mercato Trionfale

Tra le mille attività offerte dalla capitale italiana, non si penserebbe mai che tra le cose da visitare a Roma ci sia anche il mercato.  Perdersi tra le bancarelle di pesce fresco, frutta e verdura del gigantesco Mercato Trionfale è una delle esperienze più consigliate per gli amanti del buon cibo e dei prodotti tipici.

Mercato Trionfale

22. Provare lo slow food da Eataly

Per gli amanti della buona cucina, Eataly! Specializzata nella vendita e distribuzione di prodotti tipici italiani, è una tappa obbligata: un vero e proprio paradiso dello slow food e un paradiso del palato! 5 piani di prelibatezze da tutto il paese vi aspettano!

Pasticcini esposti da Eataly

23. Gustare una buona granita romana

In estate Roma può essere caldissima, e per questo motivo non può mancare una “grattachecca”, la granita tipica romana; provate quella di Sora Maria, a Prati, per noi una delle migliori. Oppure sul lungotevere, assaporandola mentre passeggiate sulle sponde del fiume cittadino.

Granita Grattachecca da Sora Maria

24. Vedere il Ponte della Musica di Calatrava

Assolutamente imperdibile attraversare il Ponte della Musica, disegnato dall’architetto londinese  Buro Happold e inaugurato nel 2011, dopodiché approfittare per fare una passeggiata sulle sponde del Tevere, per godere della vista dei palazzi che si affacciano sul fiume romano.

Ponte della Musica sul fiume Trastevere.

25. Rilassarsi in uno dei baretti di Borgo Pio

Un luogo unico dove rilassarsi a Roma e concedersi una bella passeggiata è  Borgo Pio, dietro via della Conciliazione; vi troverete piacevoli ristorantini e baretti dove fare una sosta, nei quali potrete assaggiare le specialità tipiche della capitale.

Stradina di Borgo Pio

Visitate la capitale italiana scoprendo come viverla nella modalità più economica, leggete i segreti per farlo nella nostra Low Cost Guide.

Approfittate delle nostre offerte per raggiungere Roma!

Ti senti ispirato? Cerca la tua prossima destinazione!

6 responses to “25 imperdibili cose da vedere a Roma: la guida completa

  1. La foto del Macro è della sede in via Reggio Emilia, zona Nomentana, non quella di Testaccio 😉

    1. grazie mille per avercelo fatto notare, cercheremo un’altra immagine!

  2. Bel post!
    Per le osterie, a Roma la pasta cacio e pepe la devi mangiare da “Felice” a Testaccio, l’amatriciana da “Bucatino” o da “Pecorino”, sempre a Testaccio. E il Tiramisù, ovviamente, da Pompi a Re di Roma!
    Invece, secondo me, il cimitero del Verano è assai più bello di quello di Testaccio, se ti ci addentri è pieno di tombe gigantesche invase da licheni e gatti. Ce devi annà pè forza 😉

I commenti sono disattivati.
footer logo
Fatto con per te