Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   6 minuti di lettura

Ogni anno migliaia di turisti da tutto il mondo visitano la Grecia, un paese dalla storia millenaria, culla della civiltà moderna e del pensiero occidentale. Un luogo dove lasciarsi rapire dalla bellezza del territorio, dal turchese intenso del mare, del cielo e dalle case intonacate di bianco.

Forse ci sei già stato, sogni di tornarci, oppure stai pianificando il tuo viaggio. 

Qualunque sia il tuo obiettivo, vorremmo consigliarti i posti che secondo noi sono imperdibili in Grecia

Segui Maria Giovanna, la nostra eDreams travel guide alla scoperta di questa meravigliosa terra!

1. Atene

L’emozione che si prova a visitare Atene è qualcosa di indescrivibile, camminando per le sue strade, salendo e scendendo dalle colline si respira il profumo antico della storia.

Ad Atene una visita alla famosa Acropoli è d’obbligo! Si tratta del luogo più rappresentativo di tutta la Grecia e simbolo della città, viene riconosciuta come patrimonio dell’Unesco nel 1987 e domina maestosamente la città da una altura a 157 metri sopra il livello del mare.

Storicamente questo era il luogo dove si prendevano decisioni importanti e si discuteva di politica e filosofia.

Ad oggi il sito archeologico presenta diversi monumenti, tra i più importanti possiamo trovare il Partenone, il Tempio dedicato ad Atena e il Teatro di Dioniso.

Il biglietto d’entrata costa 20 euro nei mesi estivi e 10 euro nel periodo invernale, gli studenti entrano gratuitamente.

Essendo un luogo con un alto afflusso di visitatori, noi consigliamo di recarvisi la mattina presto (tra le 8.00 e le 10.00), oppure nel tardo pomeriggio (dopo le 17.00).

Acropoli in Grecia

La piazza più importante della città è Piazza Syntagma, qui è dove si trova la sede del Parlamento greco, inoltre è ben collegata sia ai quartieri cardine dello shopping ateniese (molto prestigiosi per i negozi e le boutique rinomate) come Monastiraki ed Ermou, sia a diversi musei importanti per la capitale, come il Museo Benaki, che ospita opere appartenenti all’arte Greca a partire dalla preistoria fino ai giorni nostri, oppure il Museo Bizantino, uno dei più importanti della Grecia, che racchiude opere risalenti al periodo medioevale.

Vale la pena visitare la piazza anche per assistere al famoso cambio della guardia che ha luogo tutti i giorni davanti al monumento del milite ignoto. L’evento assume maggiore importanza nel weekend, quando gli Euzoni (corpo speciale di soldati incaricati di sorvegliare il monumento al milite) cominciano a sfilare per tutta la città. La parata inizia la domenica alle 11 del mattino, è importante cercare di essere lì di buon’ora in modo da poter trovare un buon posto.

Una particolarità della città è quella di essere circondata da colline. Una di queste è il Licabetto, situato sopra il quartiere Kolonaki a 227 metri sopra il livello del mare. Sulla sua sommità è possibile godere di una vista mozzafiato sull’Acropoli e tutta la città!

Si può salire sulla sommità a piedi, partendo direttamente dal quartiere Kolonaki oppure in macchina fino al raggiungimento di un ampio parcheggio, dal quale poi proseguire camminando.

Atene è una meta ricca di attività! Se vuoi saperne di più su cosa vedere ad Atene, non perdere la nostra guida: 25 cose da fare ad Atene

2. Salonicco

Si tratta della seconda maggiore città della Grecia. Una città adatta a tutti, e che offre un sacco di attività: ci si può rilassare con una bella passeggiata, visitare i numerosi siti archeologici, musei o scoprire cosa mangiare nelle taverne tipiche.

Sicuramente una delle prime cose da vedere a Salonicco è la famosa Torre Bianca, il punto di riferimento della città. Costruita dagli ottomani nel 1430, ha assunto nel corso del tempo diverse funzioni, infatti al principio era utilizzata come fortificazione allo scopo di proteggere la zona del porto, luogo nel quale è ubicata, per poi trasformarsi in prigione e centro di tortura dei condannati. 

Per questo motivo la torre veniva precedentemente chiamata Torre Rossa a causa del sangue versato all’interno delle sue mura. Successivamente il suo nome venne cambiato dai greci, vi sono due versioni a che stanno a giustificare il cambio. La prima racconta di un condannato che imbiancò tutta la torre per la sua libertà. La seconda versione racconta invece che, a seguito della liberazione di Salonicco da parte dei greci, questi ultimi decisero di imbiancarla nuovamente per cancellare le crudeltà perpetrate da parte degli ottomani. 

Ad oggi la Torre Bianca è visitabile e al suo interno è possibile trovare un museo dedicato ai diversi periodi storici della città.

Torre Bianca di Salonicco

Il lungomare di Salonicco è completamente rinnovato e passeggiando si possono trovare giardini tematici, musei e quant’altro. Tra questi noi vorremmo consigliarti il Museo della cultura Bizantina, che conserva una vasta collezione di oggetti risalenti all’impero, Il Museo ebraico, un modo per scoprire la cultura ebraica, la quale prima della seconda guerra mondiale era tra le comunità più grande a Salonicco.

Infine non perdere occasione per visitare il Museo Archeologico, un modo per scoprire la Salonicco macedone e antica.

Le cose da fare e vedere a Salonicco sono molteplici, perditi per le strade del centro storico della città. Visita il mercato Modiano, uno dei più famosi del luogo, nel quale è possibile immergersi nei prodotti tipici mediterranei e scoprire la cucina tipica del paese! Se ami lo shopping, devi assolutamente approfittare per fare un giro per Via Tsimiki, dove è possibile trovare un sacco di negozi di ogni genere, dall’abbigliamento all’antiquariato.

In conclusione, se vi è la possibilità di avere una macchina, oltre scoprire le splendide spiagge della penisola Calcidica, da non perdere i siti archeologici di Pella a circa un’ora da Salonicco, luogo dove nacque Alessandro Magno, e Verghina, la prima capitale dell’impero macedone. 

3. Creta

Non si può pensare alla Grecia senza collegarla subito alle sue isole circondate dal mare turchese e cristallino. Una delle più famose è sicuramente l’isola di Creta, la più popolata del paese. Nell’antichità fu il cuore della civiltà minoica e a oggi è una meta molto ambita dai turisti di tutto il mondo per il grande patrimonio storico e naturalistico che ha da offrire.

Le spiagge cretesi sono uniche al mondo. Una di queste è la spiaggia di Balos. Nonostante sia una meta ambita da molti turisti ogni anno, mantiene il suo sapore selvaggio e incontaminato! Si trova a solo due ore di auto dalla città di Chania, dove una volta raggiunto un parcheggio si prosegue a piedi fino ad arrivare ad un vero e proprio paradiso. Un’altra spiaggia che vale la pena assolutamente vedere è Preveli

Spiaggia di Balos, Creta

A pochi chilometri dalla città di Retimo, come Balos è un vero e proprio paradiso, prima di arrivare alla baia si attraversa un bosco di palme, seguendo un sentiero composto da una scalinata naturale di 400 gradini.

Il mini percorso trekking per raggiungere la spiaggia di Preveli è niente rispetto a quello offerto dalla zona di Samaria. Se sei amante delle escursioni, non puoi assolutamente perdere la riserva naturale del Canyon di Samaria e la sua rotta trekking più lunga d’Europa (ha una durata stimata che varia dalle 5 alle 6 ore). Il percorso parte da un’altezza di 1250 metri sopra il livello del mare, per questo motivo non dimenticare un k-way, l’aria può essere fresca, soprattutto se si parte la mattina presto.

Uno dei siti archeologici più famosi di Creta è sicuramente Cnosso, legato al mito di Minosse, il quale si dice fece costruire un labirinto dentro cui rinchiudere il Minotauro frutto dell’unione della sua sposa con un toro, quest’ultimo poi ucciso da Teseo.

Il costo del biglietto è di 15 euro ed è gratuito se si è studenti. Si tratta di uno dei luoghi da vedere assolutamente quando si visita Creta. Infatti il sito fu il centro della civiltà minoica e i resti del grande palazzo che un tempo simboleggiava l’egemonia di Creta sul mediterraneo, conserva ancora dei meravigliosi affreschi perfettamente conservati raffiguranti scene naturalistiche marine, tauromachie e forme geometriche.

Se vuoi saperne di più sulle isole della Grecia e cosa vedere. Leggi i nostri articoli!

Consigli di viaggio per l’estate: le 8+2 isole greche più belle

Le più belle isole greche 


4. Olimpia

Per gli amanti dello sport e non solo, non si può non visitare Olimpia! Il luogo dove storicamente sono nati i giochi olimpici e un punto di riferimento anche come luogo di culto. Si racconta che una delle sette antiche meraviglie del mondo si trovasse proprio qui, si sarebbe trattato di una immensa statua fatta interamente d’oro dedicata a Zeus.

Olimpia, Grecia

Olimpia è ancora oggi un simbolo importantissimo per lo sport, tanto che l’inizio dei giochi viene sempre celebrato proprio a Olimpia con l’accensione della fiaccola da parte di due “sacerdotesse”.

Un piccolo aneddoto divertente: gli antichi greci erano soliti allenarsi nudi, ancora oggi è possibile vedere ragazzi fare esercizio senza vestiti, tenendo fede a questa tradizione! 

5. Delfi

Forse uno dei luoghi più magici di tutta la Grecia. Durante l’antichità veniva considerato il centro della terra! Infatti una leggenda narra che Zeus fece volare due colombe in direzioni opposte, le quali fecero il giro del mondo e si incontrarono proprio a Delfi. Qui aveva sede l’oracolo, famoso in tutta la Grecia, al quale venivano posti i più disparati quesiti riguardo la vita privata e pubblica.

Delfi, Grecia

L’oracolo si trovava nel Tempio di Apollo, nel quale risiedevano i sacerdoti e una sacerdotessa scelta tra le donne di Delfi. Il consulto avveniva con il richiedente che portava dei sacrifici al tempio e la sacerdotessa che, dopo essersi ritirata in una stanza da dove uscivano fumi ed effluvi, dava il responso il quale veniva prontamente trascritto.

Ancora oggi è possibile sentire la magia scorrere tra le rovine di quello che un tempo era il centro del mondo!

6. Meteora

I monasteri nel cielo! Di fatto il suo nome significa in mezzo all’aria, si tratta di un complesso montuoso sulla quale sommità sorgono ben sette monasteri. Uno dei luoghi più suggestivi della Tessaglia in Grecia, meta imprescindibile per gli amanti della natura, le escursioni e per chi desidera vedere un luogo indimenticabile.

Ad oggi solo uno dei sette monasteri è abbandonato, gli altri sono tutti visitabili. Vi sono vari modi per visitare i pinnacoli: il metodo più semplice è quello di affittare una macchina e percorrere la via che passa tra le montagne.

Meteora, Grecia

Se invece si è amanti del trekking e delle escursioni, vi sono diversi percorsi da poter percorrere a piedi, ottimi poiché permettono di vedere gli eremi da diversi punti, i quali normalmente non sono raggiungibili con la macchina. Inoltre decidendo di percorrere il tragitto a piedi è possibile scovare altri monasteri, ormai in rovina, nascosti tra le montagne!

Spero che questa micro guida ti sia stata utile per qualche buono spunto su cosa vedere in Grecia durante il tuo viaggio. Un paese indimenticabile, da vivere tutto l’anno!

footer logo
Fatto con per te