Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   4 minuti di lettura

Il mondo è pieno di piatti gustosi, esotici, saporiti e deliziosi, che fanno venire l’acquolina in bocca e la voglia di avventurarsi in territori gastronomici inesplorati. Ma fin dove dove può arrivare il vostro livello di esplorazione? Siccome ci piace scioccare i vostri gusti e palati e torcere i vostri stomaci, abbiamo deciso di portarvi alla scoperta degli alimenti più strani del mondo (per lo meno per i nostri gusti…).

Haggis – Scozia

Cornamuse, kilts…e haggis?? Alcuni possono considerare questo piatto, un insaccato di interiora di pecora macinate con cipolla, grasso di rognone, farina d’avena, sale e spezie, il tutto bollito nello stomaco dell’animale per ore, come il piatto nazionale scozzese, ma per altri è semplicemente un po’ “troppo”…

Laver Bread – Galles

xLa vostra sveglia suona ed è ora di ingerire del cibo per colazione prima di andare a lavorare. Qual è il menu? Bacon, vongole e laver bread. Sostanzioso! Se però non siete gallesi, la parola “laver bread” non evocherà nessuna immagine nel vostro dizionario culinario mentale. Sfortunatamente, questo piatto non ha nulla a che vedere con il pane, ma è invece un agglomerato verde e viscido fatto di alghe. Le laver crescono a largo della costa occidentale inglese, per questo sono diventate un piatto tipico gallese, di solito arrotolato nell’avena in modo da formare un tortino e poi fritto.

Zuppa di nidi d’uccello – Cina

Questo non può davvero essere un nido di un volatile…o sì? Le rondini, i cui nidi sono utilizzati per fare questa zuppa, non utilizzano bastoncini e cortecce come gli altri volatili, ma costruiscono i loro rifugi soprattutto con la saliva. Questa prelibatezza gelatinosa e gommosa è uno dei prodotti animali più cari consumati dall’uomo, a cui spesso ci si riferisce come “caviale dell’est”. Noi, per questa volta, risparmiamo volentieri i nostri soldi!

Tarantole fritte – Cambogia

Se ci imbattessimo in uno di questi enormi ragni, ci metteremmo probabilmente ad urlare. I cambogiani hanno invece una reazione diversa: li friggono. Se camminate lungo le strade di Skuon, vedrete molti banchetti vendere pelose creature a otto zampe, e per pochi centesimi potrete provare queste delizie croccanti e  allo stesso tempo appiccicose. Auguri!

Casu Marzu – Sardegna, Italia

Con un nome che significa letteralmente “formaggio marcio”, non è difficile indovinare di cosa possa trattarsi. Magari l’idea di un formaggio andato a male (molto stagionato) non è poi così strana, ma sentite questa: il nome più comune per il  Casu Marzu è “formaggio di vermi”. Esatto, proprio di vermi si tratta. Perchè le larve delle mosche vengono introdotte nel latte di pecora e la fermentazione si verifica quando le larve digeriscono i grassi del formaggio. Sfortunatamente questo alimento è difficile da trovare da quando sono stati sottolineati i rischi per la salute legati al consumo di formaggio semi-tossico.

Cimice – Indonesia

Possono degli insetti che scaricano un liquido puzzolente avere un buon sapore? Anche se nel mondo l’entomofagia (pratica di mangiare gli insetti) è diffusa, perchè queste piccole creature sono un’ottima fonte di proteine,  noi non siamo abbastanza coraggiosi da provare. A Irian Jaya la cimice è cucinata avvolta in foglie e arrostita sul fuoco.

Occhio di tonno – Giappone

Il cibo giapponese non è nulla di strano per gli occidentali, visto che i sushi restaurant sono diventati eccezionalmente popolari in Europa, ma in questo caso il piatto è di quelli tosti: bulbi oculari di tonno bolliti! Pensiamo richieda del tempo abituarsi al proprio piatto che sta guardando proprio dritto verso di noi!

Omelette di cervello di maiale – Filippinex

Se siete nelle Filippine e leggete tortang utak sul menu del ristorante, è meglio che sappiate prima cosa state per ordinare. Giusto per essere sicuri che siate dei viaggiatori ben informati, vi spieghiamo la composizione di questa frittatina non proprio da tutti i giorni: cervello di maiale crudo fatto a cubetti, mescolato con alcune verdure e uova sbattute, il tutto fritto.

Piede di mucca in gelatina – Polonia

Zimne nogi in polacco significa “gambe fredde”; per questo piatto però non viene utilizzata una qualsiasi parte della gamba, ma solo il piede. E non un piede qualsiasi: un piede di vacca. Per prepararlo da soli, tutto quello di cui avete bisogno è tagliare un piede di vacca e bollirlo per ore in acqua con spezie di vostra scelta. Quando sarà pronto, dovrete versare il composto in una teglia e raffreddarlo finchè si trasformerà in una gelatina di color grigio traslucido con uno strato di grasso sulla parte superiore. Per lo meno, non avrà l’apparenza di un piede una volta cucinato del tutto!

Blodplättar – Svezia

Se avete una carenza di ferro, allora questi croccanti pancakes fanno al caso vostro. Blodplättar è la parola svedese per” pancake al sangue“, ed è proprio quello che sono: sangue “montato” (generalmente di maiale) fritto per diventare un contorno croccante, che accompagna di solito la carne di renna. Anche se questi non sono i tipici pancake a cui siamo abituati, si possono trovare in altri posti nel mondo come Finlandia (veriohukainen), Estonia (veripannkoogid), e Galizia (filloas de sangue).

SPAM – USA

Il prosciutto speziato, più comunemente conosciuto come SPAM, nacque come un modo per nutrire i soldati durante la seconda guerra mondiale ed è diventato da allora il protagonista di molti scherzi (ad esempio gli sketch dei Monty Python) e spam party, dando addirittura il nome alla cartella di posta indesiderata nei nostri account email. La varietà classica di questa misteriosa carne in scatola è fatta usando spalla di maiale tritata, prosciutto, sale, acqua, fecola di patate modificata e nitrito di sodio. Se per caso questi ingredienti non vi sembrassero già abbastanza terrificanti, pensate all’idea di mangiare carne da una lattina…

x

Avete mai mangiato uno di questi piatti o ne conoscete altri? Dateci la vostra opinione!


6 responses to “Stranezze culinarie in giro per il mondo

  1. Aggiungerei la pelle di maiale fritta in Myanmar. Viene venduta in sacchettini ed i birmani ne sono davvero ghiotti. Attenzione, è facilissimo scambiarla per un pacchetto di patatine!

  2. Aggiungerei la pelle di maiale fritta in Myanmar. Viene venduta in sacchettini ed i birmani ne sono davvero ghiotti. Attenzione, è facilissimo scambiarla per un pacchetto di patatine!

    1. Ciao Michela,
      purtroppo l’ho provata…scambiandola per una croccante patatina!!

I commenti sono disattivati.
footer logo
Fatto con per te