Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   3 minuti di lettura

Con la sua inconfondibile buccia marrone e il suo sapore dolce e corposo, la castagna è la regina dell’autunno!

Sono tante le feste e le sagre dedicate a questo frutto così diffuso in Europa,  che domina incontrastato e attira visitatori in quantità. Ma una delle più suggestive e conosciute è certamente quella di Soriano nel Cimino (VT).

Castagne, ricci e foglie d'autunnoFino al 16 ottobre avrete la possibilità di entrare nel vivo delle rievocazioni storiche offerte da questo borgo in occasione della sua sagra delle castagne.

Gli abitanti del luogo fanno rivivere le tradizioni attraverso una celebrazione che affonda le sue radici nel Medioevo.

Per assaporare il passato si può cominciare con il Convivium Secretum, una gara storico-gastronomica che vede sfidarsi le quattro contrade in cui è diviso il paese, dando vita a un evento affascinante, che trasporta i visitatori in un atmosfera d’altri tempi. I piatti più degustati in quest’occasione sono: il cappone in fricassea alla francese, tipico piatto rinascimentale, il pasticcio quattrocentesco di coniglio bianco mangione alla maniera oltremontana del 1300, i confetti “de melle appio e pome” paradiso e la torta in balconata limonia.
Alla fine del Convivium, una giuria di esperti decreta il vincitore, non solo per la pietanza presentata, bensì anche per i costumi e le ricostruzioni scenografiche realizzate.

Durante la festa non è poi raro vedere squadre che, in rappresentanza di ogni rione, si cimentano in giochi antichi e giochi di strada; dalla classica corsa con i sacchi si passa alla cattura (con la bocca) di una mela immersa nell’acqua, al tiro alla fune, al gioco dei barattoli.

Ma il momento di maggiore emozione resta per tutti la Rievocazione Storica, soprattutto per quanto riguarda la rappresentazione della “battaglia del Fosso del Buon Incontro”, con cui si racconta come i sorianesi difesero la loro città dal tentativo di occupazione del barone di Vignanello conte Pietro Paolo Nardini, che ebbe luogo il 7 novembre 1489 e che vide la popolazione di Soriano trionfare nello scontro.

Le rievocazioni storiche di Soriano nel Cimino
Foto di padesig (Flickr)

Oltre a questo appuntamento con l’emozione, imperdibile è anche quello con il corteo storico di chiusura “Soriano e i suoi Rioni“, in cui oltre 700 figuranti sfilano in abiti di grande pregio artistico, realizzati con cura in ogni minimo dettaglio da abili sarte che si ispirano ad affreschi e stampe dell’epoca per dar vita a queste creazioni.
Ogni Rione svolge il suo ruolo in questo corteo; il Papacqua mette in scena momenti di caccia e i protagonisti sono nobili dame, signori e cavallieri. La Contrada San Rocco, invece, si mostra abile con i suoi spadaccini, che si cimentano in grandi duelli, sferrando colpi da maestri.
La Contrada San Giorgio porta invece in piazza la sua musica e la storia dell’omonimo cavaliere e, infine, la Nobile Trinità allestisce un carro allegorico in onore della “Vecchietta del Carnaiolo”, figura importantissima nella battaglia del Fosso del Buon Incontro, perchè fu colei che si rese conto del tentativo di tradimento del Barone di Vignanello.

Questo e tanto altro ancora vi aspetta fino al 16 ottobre alla Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino.

One response to “Castagne, rievocazioni storiche e sfide a Soriano nel Cimino

  1. Finalmente un articolo originale e ben scritto su questa manifestazione che tutto è tranne una “Sagra”… è molto, molto di più!!!

I commenti sono disattivati.
footer logo
Fatto con per te