Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   5 minuti di lettura

L’arte non si trova solo in superficie, ma anche nel sottosuolo, in contesti solitamente grigi e anonimi dove non ci si aspetterebbe di rimanere sorpresi davanti a spettacolari opere frutto dell’ingegno umano. Luoghi come le stazioni della metropolitana, divenute ormai così familiari per gli abitanti delle grandi città e personalizzate spesso da visionari architetti ed artisti. Ecco, secondo la CNN, quali sono le 12 stazioni della metropolitana più spettacolari del Vecchio Continente. La più bella si trova proprio in Italia…

12. Staromestska, Praga

starometska
ssource:pinterest.com

Tutte le stazioni sulla linea A di Praga meriterebbero un posticino nella “hall of fame” delle metropolitane: con le loro peculiari pareti metalliche ricoperte di bolle e un colore diverso per ogni stazione, sembrano uscite dal film “Arancia meccanica”. Quella di Staromestska è la più visitata e fotografata.

11. Plac Wilsona, Varsavia, Polonia

plac wilsona
source: pinterest.com

Sotto l’impero sovietico sono state costruite alcune straordinarie stazioni della metropolitana, ma questo sforzo architettonico datato 2005, chiamato come il Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson, ha dimostrato che anche la Polonia capitalista è capace di dare vita a opere di grande bellezza. A meno che, come in effetti potrebbe sembrare, questa struttura sia in realtà opera degli UFO…

10. Admiralteyskaya, San Pietroburgo, Russia

Admiralteyskaya
source: pinterest.com

La fermata della metro più nuova di San Pietroburgo è la perfetta dimostrazione di come design classico e moderno possano coesistere insieme armoniosamente. Dopo varie battute d’arresto, la stazione ha finalmente aperto i battenti nel dicembre 2011. Soffitti ricurvi d’acciaio e illuminazione soffusa si compenetrano con archi di marmo tradizionale in quella che è la stazione più profonda dell’intera linea cittadina.

9. Palais Royal — Musée du Louvre, Parigi

Palays Royale metro
source: pinterest.com

In una città così bella come Parigi, questo ingresso poco convenzionale alla stazione della metro, affacciato sulla Place Colette, spicca nel contesto circostante. Completata nel 2000 (il centenario della metro parigina), l’opera di Jean-Michel Othoniel’s “Kiosque des noctambules” (“Chiosco dei nottambuli”) intreccia due cupole in vetro colorato (una rappresenta il giorno e l’altra la notte) sostenute da una struttura di alluminio; un design più dolce e mite sarebbe stato oscurato dalla vicinanza del museo del Louvre e dagli edifici classici, mentre questa stravagante opera aggiunge un tocco sfacciatamente modaiolo all’insieme.

8. “Fosteritos,” Bilbao, Spagna

fosteritos bilbao
source: pinterest.com

Con meno di 20 anni di età, quella di Bilbao è comunque la terza metroplitana più grande della Spagna. Le cupole di vetro di molte delle stazioni – amichevolmente chiamate “Fosteritos” (“piccole Fosters”) in omaggio al loro creatore, Lord Foster – sono considerate tra i primi esempi dello stile moderno e innovativo che contraddistingue tutta la città. Le strutture traspartenti lasciano filtrare la luce naturale di giorno e sono illuminate artificialmente solo di notte.

7. Bockenheimer Warte, Francoforte, Germania

Bockenheimer Warte
source: pinterest.com

Cercando di distinguersi dal minimalismo discreto delle altre stazioni di Francoforte, l’architetto Zbigniew Peter Pininski ha superato se stesso progettando il fantastico ingresso a Bockenheimer Warte. Raffigurante la carrozza di un treno che si schianta contro il marciapiede, lascia i viaggiatori scioccati o confusi, ma raramente indifferenti.

6. T-Centralen, Stoccolma, Svezia

T-Centralen, Stoccolma
source: pinterest.com

In superficie, la stazione centrale di Stoccolma a prima vista può sembrare piuttosto noiosa, ma via via che si scende gli improvvisi cambi di forme e colori rivelano una realtà totalmente diversa. Sono una ventina gli artisti coinvolti negli anni alla personalizzazione della stazione e che hanno dato vita a opere di stili, materiali e colori diversi tra loro. Quando i pendolari raggiungono la “caverna” blu scuro e bianca, si rendono conto di essersi davvero avventurati sottoterra.

5. Westminster, Londra

westminster stazione
source: pinterest.com

In generale, la metropolitana di Londra potrebbe essere considerata come la bis-bisnonna di tutte le underground del mondo, ma la stazione di Westminster, inaugurata all’alba del nuovo millennio, è anche una delle più futuristiche. Il design austero e concreto in acciaio riesce a dare forma ad una bellezza funzionale senza opprimere le migliaia di pendolari che ogni giorno sciamano verso i loro uffici.

4. Olaias, Lisbona, Portogallo

Olaias, Lisbona
source: pinterest.com

Nel 1998, Lisbona ha ospitato un’esposizione mondiale, in parte anche per celebrare 500 anni di invenzioni portoghesi. Costruita per aiutare gli 11 milioni di visitatori a muoversi in città, questa stazione è capricciosamente colorata ed è considerata come una vera opera d’arte moderna.

3. Komsomolskaya (Koltsevaya Line), Mosca

Komsomolskaya
source: pinterest.com

Le decorazioni in stile barocco della stazione Komsomolskaya, i suoi mosaici storici e i soffitti con i grandi lampadari la fanno assomigliare ad una grande sala da ballo. Aperta nel 1952 per alleviare il traffico congestionato in uno dei centri nevralgici del trasporto moscovita,  è stato il discorso di guerra di Stalin del 1941 ad aver ispirato l’opulenza dei mosaici.

2. Westfriedhof, Monaco, Germania

Westfriedhof
source: pinterest.com

Inaugurata nel 1998 con poco clamore, questa altrimenti ordinaria stazione della metro è risorta a nuova vita solo 3 anni dopo. Nel 2001 infatti, la piattaforma di Westfriedhof è stata esteticamente arricchita da 11 enormi apparecchi di illuminazione a cupola che vivacizzano l’ambiente con tocchi di blu, giallo e rosso.

1. Toledo, Napoli, Italia

toledo stazione
source: pinterest.com

Inaugurata nel 2012, la stazione di Toledo sfida la sua profondità -50 metri, una delle maggiori di Napoli- con un design ispirato all’acqua e alla luce. Un lavoro chiamato “Light Panels” di Robert Wilson illumina il corridoio che conduce alla metro. Questa incredibile stazione è in buona compagnia in città: fa infatti parte della rete di stazioni della metro artistiche partenopee.

footer logo
Fatto con per te