Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   5 minuti di lettura

Jasmine, del blog Circumnavigando, oggi ci accompagna in un viaggio da “acchiappafantasmi” nei castelli italiani…

E’ opinione diffusa che la Gran Bretagna sia il paese più popolato di fantasmi, tanto da avere un Dizionario del fantasma britannico, il “Gazzetteer of british Ghosts”. Anche l’Italia, però, può vantare un notevole numero di antichi palazzi, castelli e ruderi,  dove accadono fenomeni inspiegabili  che sprofondano spesso nel soprannaturale. Per curiosi e coraggiosi, abbiamo selezionato 10 mete da brivido, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, sulle tracce dei fantasmi italiani, che nulla hanno da invidiare a quelli britannici!

10) Il Castello di Rivarolo Canavese – Piemonte

fonte: rete.comuni-italiani.it
fonte: rete.comuni-italiani.it

All’interno del castello di Rivarolo Canavese, detto di “Malgrà”, vaga senza pace il fantasma di una giovane donna, fatta assassinare dal marito. Lo stesso riferì di vedere lo spettro della moglie che gli mostrava la gola squarciata e, preso dalla disperazione e dal rimorso, infine si suicidò. Molte persone hanno riferito di aver visto l’anima dell’assassinata aggirarsi di notte nei dintorni del castello. Abito insanguinato e occhi sbarrati: è così che si presenterebbe il fantasma della donna. Certe notti è possibile udire urla di angoscia, rumori, cigolii e passi furtivi. La giovane passeggia per i vialetti senza sosta, per poi scomparire alle prime luci dell’alba.

09) Ferrara e il Convento delle Clarisse

Qui si aggirerebbe il fantasma di Camilla nota come “La bella Ardizzina”, figlia del Marchese Ardizzino Faà Bruno, promessa sposa del duca Ferdinando Gonzaga, il quale la fece rinchiudere nel convento all’età di diciotto anni. Camilla morì il 14 Luglio 1622  nel convento del Corpus Domini dove fu sepolta accanto ad un’altra bellezza, Lucrezia Borgia. Il duca Ferdinando sopravvisse a lungo e morì nel 1626. Chi ha avuto modo di vedere il fantasma di Camilla, l’ha descritta come una donna molto bella, che vaga nel giardino del convento e si ferma a pregare nella cappella gentilizia.

08) La Malcontenta – Venezia

fonte: steer pike/flickr
fonte: steer pike/flickr

Elisabetta Dolfin, vedova di un Pisani e divenuta moglie di Niccolò Foscari era una donna, una libertina che iniziò relazioni adulterine che misero in difficoltà il marito, il quale decise di rinchiuderla nella bellissima villa. Elisabetta visse in solitudine reclusa all’interno della tenuta, scontenta e depressa della sua condizione, da qui il nome la “Malcontenta“. La leggenda narra che il fantasma della donna faccia la sua apparizione agli abitanti della villa, avvolto in un abito nero molto scollato, con i lunghi capelli che ondeggiano al vento.

07) ll Castello di Malpaga – Bergamo

Nella deliziosa cornice del castello di Malpaga, dimora del condottiero orobico Bartolomeo Colleoni, si aggirerebbe un discreto e silenzioso spettro. La leggenda vuole che si tratti del fantasma di un nobile del ‘500 innamorato di una castellana: scoperto dal marito della donna, fu ucciso e gettato in un pozzo. Da allora, la sua anima inquieta continua a ripercorrere malinconicamente quei luoghi, alla ricerca dell’amata. Inoltre il castello sembra esser noto fin dai tempi più remoti per la presenza di altri spiriti.

06) Castello di Bracciano

fonte: birnardo su flickr
fonte: birnardo su flickr

Isabella De Medici, moglie di Paolo Giordano Orsini, era una donna estremamente affascinante, poetessa e musicista. Il matrimonio con il principe Paolo sembrava essere molto felice, finchè egli non s’innamorò di Vittoria Accoramboni, anch’essa sposata. Follemente invaghito di Vittoria, Paolo decise di uccidere Elisabetta, facendola credere morta in seguito a una grave malattia. Secondo la leggenda, il fantasma di Elisabetta appare ancora nel castello e pare sia stata notata passeggiare sulle rive del Lago di Bracciano, con magnifiche vesti cinquecentesche indosso.

05) Castello di Gropparello – Piacenza

Il castello di Gropparello, a Piacenza, è stato teatro di numerose tragedie, fatti accaduti nel lontano medioevo: nel 1200 Pietrone da Cagnano fece murare viva in una cella sottorranea la moglie Rosaria Fulgosio, accusata di essere l’amante di Lancillotto Anguissola. Lo spirito di Rosaria è rimasto intrappolato nel castello, e la notte si aggira tra le stanze. Nelle serate di vento, è possibile udire grida femminili provenire dalla torre.

04) Castello di Bolsena – Viterbo

castello bolsena

Nel Castello di Bolsena, a Viterbo, si aggirano diversi fantasmi.  La dimora ospitò il cardinale Tiberio Crispo, figlio naturale del principe Alessandro Farnese che divenne poi Paolo III. La condotta di Tiberio portò ad una ribellione del popolo e il cardinale venne cacciato. All’interno del castello furono ritrovate ossa umane e si pensò appartenessero a Tiberio, misteriosamente scomparso; si trattava invece dei resti di uno dei maggiorenti, ucciso per essersi ribellato contro dei soprusi. Nel castello è presente un salotto con meravigliose pareti affrescate, detto “del fantasma”; secondo diverse testimonianze, sarebbe impossibile fermarvisi, perché si ci si sente fissati da uno sguardo maligno. Sembra che lo spettro del maggiorente faccia visita al salotto del castello.

03) Castello di Castellamare di Stabia – Napoli

All’interno del Castello di Castellamare di Stabia, è nota la presenza del fantasma di una castellana, morta suicida dopo una delusione d’amore. Della donna non è conosciuto il nome, ma il suo spettro si aggira tra le stanze della dimora ed è stato notato molte volte nell’ingresso. Diverse persone hanno riferito di una donna di mezza età, con vesti rosse e il volto incorniciato da capelli nero corvino. Per vendicarsi dell’uomo che amava, la donna perseguita tutte le persone di sesso maschile.

02) Il castello di Trani – Bari 

Romantica cornice della storia di Armida, dama dalla chioma nera e dagli occhi azzurri, innamorata di un cavaliere. La storia purtroppo non ha un lieto fine: i due amanti furono sorpresi una notte dal marito della donna che uccise il cavaliere e la rinchiuse in una fredda cella. Sola e senza il suo vero amore, la giovane Armida si lasciò morire. Da allora nelle chiare notti, il suo spirito vaga tra le stanze del castello alla ricerca del perduto amore.

01) Azzurrina e il Castello di Montebello – Rimini

fonte: burgenseite.ch
fonte: burgenseite.ch

Probabilmente la storia di Azzurrina è la più famosa tra quelle italiane. Secondo la leggenda, Azzurrina sarebbe la figlia di Costanza e Ugolinuccio Malatesta, scomparsa in circostanze misteriose ed in tenera età. Bimba albina e per questo ritenuta strega (siamo nel 1300) venne rinchiusa nel castello per proteggerla dalle dicerie e dal pregiudizio. Il 21 giugno 1375, Azzurrina giocava nel castello con una palla di stracci, vigilata dalle guardie Domenico e Ruggero. Secondo questi ultimi, la bambina inseguì la palla fino alla ghiacciaia sotterranea  finchè loro, allarmati da un urlo, si precipitarono alla ricerca della bambina, senza però trovarla. Ogni 5 anni, nel solstizio d’estate, Azzurrina torna a farsi sentire tra le mura del castello.

L’autrice: Jasmine, Innamorata della natura, sogna una casa gigante dove accogliere animali randagi. Tra le mete preferite c’è la Sardegna e ogni estate è buona per un tuffo nelle sue cristalline acque. Amante della cucina, ma che sia Vegan. Testarda, impulsiva e Metal-dipendente.

9 responses to “Vacanze da brivido: 10 ville e castelli stregati in Italia

  1. Pingback: Ciadd News
  2. Ciaooo!!! Che articolo stupendo!!! Ma in Sardegna non c’è nessun castello con delle presenze?

I commenti sono disattivati.
footer logo
Fatto con per te